banner associazione la bassa

Bacheca

Incontro Precenicco Bonifica Bassa Friulana

Giovedì 12 settembre 2019 alle ore 20,30
presso Art Port (Casa del Marinaretto)
Via del Traghetto 3 - Palazzolo dello Stella

«Stasera parliamo della bonifica nella storia di Precenicco
e del contributo di Luigi Bignami»

in occasione della presentazione del volume storico:
CESARE PRIMO MORI.
LO STATO NELLO STATO
IL PREFETTO DI FERRO IN FRIULI.
STORIA DELLA BONIFICA
NELLA BASSA FRIULANA E
DELL’ACQUEDOTTO DELL’ISTRIA

(Aviani & Aviani editori – Consorzio di Bonifica Pianura Friulana, 2019 )

Ne parleranno gli Autori
Stefano Felcher
Paolo Strazzolini

Per finire:
un brindisi insieme in terrazza sul fiume Stella
INGRESSO LIBERO

INFO
t. 348.2588632 - stininsieme@gmail.com


Conferenza 5 settembre 2019

Conferenza "Un paese, un fiume"

Si comunica, con preghiera di diffusione, che giovedì 5 settembre 2019 alle ore 18.30 si terrà presso la Sala consiliare del Municipio di Latisana (piazza Indipendenza, 74) la conferenza “Un paese, un fiume. Storia di Latisana dal Medioevo al Novecento”. Un progetto per la storia della città.

Durante l’incontro, verrà presentato un progetto che vede la collaborazione tra il Comune di Latisana, l’Università di Udine e Forum Editore che sfocerà in una pubblicazione a più mani sulla storia di Latisana dal Medioevo all’età contemporanea. Interverranno i professori Andrea Zannini, Paolo Ferrari e Bruno Figliuolo dell’Università di Udine, assieme alle laureande magistrali Viviana Grego e Cristina Zanetti dell’Università di Udine. La cornice musicale sarà curata dalla Scuola Comunale di Musica.

Il programma continuerà con l’evento di punta, ovvero lo spettacolo “Leonardo” di e con Vittorio Sgarbi sabato 7 settembre 2019 alle ore 21.00 al Teatro Odeon. Per informazioni: http://bit.ly/2XqrbGI


Convegno a Flambro


Adesione Comitato Odissea per Turoldo

"la bassa" aderisce con piacere all'iniziativa del Comitato "Odissea per Turoldo".
Padre David Maria Turoldo è stato nostro Socio Onorario della'Associazione culturale "la Bassa" nel 1990.

PadreDavidMariaTuroldo

UN GIARDINO PER TUROLDO

“Il Comitato di Odissea per Turoldo” è lieto di annunciare che martedì 25 giugno alle ore 12,15 il Comune di Milano dedicherà al religioso e poeta padre David Maria Turoldo, il giardino di Largo Corsia dei Servi alla presenza delle autorità comunali nella figura dell’assessore Filippo Del Corno. L’attore Alessandro Quasimodo leggerà alcuni testi del poeta mentre Marco Garzonio, presidente della Fondazione Culturale Ambrosianeum, ricorderà la figura di Turoldo e lo scrittore Angelo Gaccione porterà il saluto del “Comitato” che si è fatto promotore dell’iniziativa presso il Municipio.

Terminata la cerimonia della dedica con lo scoprimento della stele che porterà il nome di Turoldo, i festeggiamenti riprenderanno alle ore 16 nel vicino Auditorium del tempio di San Carlo al Corso, ingresso da Corso Matteotti n. 14 (Metropolitana Rossa MM1 fermata San Babila), dove il religioso ha vissuto e operato.

Il Comitato ha previsto quattro momenti significativi così suddivisi: proiezione di un breve video con intervista al poeta; testimonianze di personalità civili, religiose e del mondo delle Associazioni; intermezzi musicali; letture poetiche.

Alla presenza dell’arcivescovo metropolita Mario Delpini e di Concetta Turoldo nipote del frate, dopo un breve saluto del priore di San Carlo al Corso, Giuseppe Zaupa, seguiranno le testimonianze di: Ermes Ronchi, scrittore e biblista, priore di San Carlo al Corso per vent’anni e discepolo di Turoldo; Renzo Salvi, docente di Storia della Televisione presso l’Accademia di Brera, già dirigente Rai Cultura; del presidente dell’Anpi provinciale di Milano Roberto Cenati, del Consigliere Nazionale dell’Associazione Nazionale Partigiani Cristiani Carla Bianchi Iacono, figlia di Carlo Bianchi martire di Fossoli, di Anna Poz ed Elena Colonna del Fogolâr Furlan.

L’artista Giuseppe Denti, membro del Comitato, esporrà una serie di elaborazioni grafiche dedicate al volto del poeta.

Numerose le adesioni giunte da tutta Italia al Comitato che ha deciso di indire una seconda giornata per sabato 29 giugno dalle ore 16 in poi, sempre presso l’Auditorium di San Carlo al Corso, per proseguire con le testimonianze, i ricordi, i momenti musicali e con l’omaggio che alcuni poeti provenienti da varie città tributeranno a Turoldo.

Domenica 30 giugno alle ore 13, dopo la celebrazione della messa, donazione al tempio di San Carlo al Corso di un bassorilievo dello scultore Salvatore Sanna del “Comitato di Odissea per Turoldo”, ispirato al religioso friulano. Le giornate saranno condotte da Francesco Piscitello tra i fondatori del “Comitato”.

Per le letture poetiche:
Roberto Carusi (attore)
Massimo De Vita (regista e attore del Teatro Officina)
Gianni Quillico (attore)

Per le testimonianze:
Giuseppe Langella (critico, poeta e doc. Università Cattolica)
Laura Tussi e Fabrizio Cracolici (esponenti di Peacelink, Disarmisti Esigenti, Rete ICAN Premio Nobel per la Pace 2017)
Giuseppe Deiana (Associazione Centro Comunitario Puecher)

Per gli interventi musicali:
Virginia Bonaretti (viola da gamba)
Carlo D’Ariano (tiorba)
Eleonora Colaci (voce)
Stefano Covri (chitarra)
Roberto Quagliarella (percussioni)

Cori Gospel: “Black Inside” e “Be Spirit”
Direttore: Ulrica de Giorgio
Poeti: G. Isella, F. Migliorati, A. Di Mineo, D. Bisutti, G. Puma, F. Braccini

Fotografi ufficiali delle manifestazioni:
Angelo Cremonesi, Fabiano Braccini, Corradino Mezzolo.

“Comitato di Odissea per Turoldo”
Via Scrivia 5
Tel. 348-8760129
latoestremo@gmail.com


Cesare Primo Mori


sponsor convegno I disastri della Guerra

“I disastri della guerra”

I danni al patrimonio artistico e culturale: le problematiche della ricostruzione, la rielaborazione nella memorialistica e nella letteratura

I disastri della Guerra

Convegno di studi

Gorizia 28-29 maggio 2019
Aula Magna
Polo Universitario di Gorizia
Via Alviano 18

Il convegno intende riflettere sui danni al patrimonio storico-artistico e urbanistico e su come questi siano stati recepiti dalla popolazione, come siano stati affrontati durante la fase di ricostruzione e di riflesso dalla produzione letteraria successiva alla guerra; si intende così fornire un quadro storico, sociale e cul- turale più ampio e complesso della realtà bellica e postbellica. Si vuole evidenziare quali siano stati i danni inferti al patrimonio cul- turale, soprattutto nel Friuli e nella Venezia Giulia e quindi, attraverso l'analisi di giornali, diari, romanzi, capire come queste perdite siano state vissute, durante e dopo la guerra, dalle popolazioni. Si vuole inoltre di riflesso raccontare come gli eventi bellici abbiano enormemente pesato anche sulle coscienze dei soldati, provocando morte, follia, disobbedienza e diserzione come unico modo per sfuggire a quell'inferno collettivo e di come questi aspetti siano stati sistematicamente sottaciuti all'opinione pubblica.

Martedì 28 maggio

9.30 inizio lavori
saluti istituzionali

Luca Caburlotto
Polo museale del Friuli Venezia Giulia
Marco Menato
Biblioteca Statale Isontina
Massimo De Grassi
Università degli studi di Trieste
Introduzione

10.30
Rossella Fabiani
Polo museale del Friuli Venezia Giulia
La storia della conservazione dei beni culturali in terre di confine: bilanci e prospettive

11.00-11.30 pausa caffè

11.30
Vittorio Foramitti
Università degli studi di Udine
Monumenti contesi. La tutela dei monumenti e i danni di guerra sul confine nord orientale durante la prima guerra mondiale visti da parte austriaca

12.00
Sergio Zilli
Università degli studi di Trieste
L’eredità della prima guerra mondiale sul paesaggio dell’odierno Friuli Venezia Giulia

12.30
Roberta Cuttini
Polo museale del Friuli Venezia Giulia
In volo sul Carso della Grande Guerra

13.00-15.00 pausa pranzo

15.00
Giorgio Milocco
giornalista e scrittore
Don Celso Costantini ad Aquileia "Capitale Spirituale" della prima guerra mondiale

15.30
Franco Stener
giornalista e scrittore
Campane per la guerra, campane per la pace

16.00
Marco Plesnicar
Archivio di Stato di Gorizia
Le chiese distrutte nel Goriziano durante la Grande Guerra

16.30-17.00 pausa caffè

17.00
Diego Kuzmin
Università degli studi di Trieste
Il restauro degli immobili storici nel primo dopoguerra: i soprintendenti Cirilli e Forlati VS le basiliche di Grado, Aquileia e il castello di Gorizia

17.30
Maria Beatrice Giorio
Università degli studi di Trieste
I monumenti imperiali nelle terre redente: la damnatio memoriae all'indomani della liberazione

18.00
Maria Concetta di Micco
Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio del Friuli Venezia Giulia
I monumenti ai caduti della Grande Guerra nel Friuli Venezia Giulia

18.30
Massimo De Grassi
Università degli studi di Trieste
Appunti sul nuovo linguaggio monumentale all'indomani della Grande Guerra

Mercoledì 29 maggio

9.30
Alessandro Zanmarchi
Università degli studi di Trieste
Beni e mali culturali. Le ragioni della tutela

10.00
Tiziana Piras
Università degli studi di Trieste
Fiabe per bambini in guerra

10.30
Paolo Quazzolo
Università degli studi di Trieste
Teatri e danni di guerra

11.00-11.30 em>pausa caffè

11.30
Enza Del Tedesco
Università degli studi di Trieste
Le macerie oltre la soglia. Le case di Comisso e di Rigoni Stern

12.00
Aldo Morace
Università degli studi di Sassari
Rivivere la guerra nell’attesa di un’altra guerra


Prima che le trombe squillino

Con il patrocinio del Comune di Castions di Strada

Giovedì 2 maggio 2019 ore 20.30
Sala Polifunzionale - Centro Civico
Via Dante 19 - Castions di Strada

presentazione del libro:

Prima che le trombe squillino la prima nota di pace
Bivio Paradiso 1918 - 2018

A cura di: Claudio Zanier e Paolo Strazzolini

Con i curatori dialogherà Valerio Marchi

Trascorso un secolo dalla fine della Grande Guerra, Castions di Strada, depositario della memoria dell’ultimo cruento episodio che ha posto fine all’immane conflitto in Italia, ha inteso cogliere l’occasione per affidare agli Autori di questo volume un’approfondita ricerca sulle vicende locali di tutto il periodo bellico, concentrando l’attenzione sulla pietra della memoria di Bivio Paradiso, rappresentata dal Monumento realizzato nell’immediato dopo- guerra a ricordo della Carica del 4 Novembre 1918. L’indagine storica ha ricostruito analiticamente le vicende di quei tragici momenti attraverso l’uso di documenti e materiale iconografico d’epoca, ad oggi in buona parte inediti.


Convegno Ronchis 12 aprile 2019

Invitano la cittadinanza al Convegno

LA FIESTE DE PATRIE DAL FRIÛL / LA TERRA DELLA TISANA

Che si terrà
Venerdì 12 aprile 2019, alle ore 20,30
Presso la Sala della Protezione Civile, RONCHIS via Moross 2

Programma

Saluto del Sindaco del Comune di Ronchis: Manfredi Michelutto
Saluto dell’Assessore alla cultura: Simone Bidin

Benvenuto Castellarin:
Sul significât de Fieste de Patrie dal Friûl – Sul significato della Festa della Patria del Friuli;
Ronchis: dall’assemblea dei capifamiglia (vicinia) al consiglio comunale - funzioni e deliberazioni.

Enrico Fantin:
Terra della Tisana: la leggenda del Mercure e i cannonieri guardia coste di Lignano.

Roberto Tirelli:
Leterature popolâr su le Tiare de Tisane.

Associazione Culturale “la bassa” --o-- Comune di Ronchis

INGRESSO LIBERO


Salotto Storico Letterario Cristiano Meneghel


Sponsor presentazione libro

VENERDÌ 15 FEBBRAIO 2019

alle ore 18,30
CASA DELLA MUSICA
Largo G. Bradaschia - Cervignano

Presentazione del libro

Il regime penale nellʼEsercito Italiano
durante la prima guerra mondiale
Il Diario del colonnello Raffaello Mocali
presidente del Tribunale militare di Cervignano

di Alberto Monticone e Giorgio Milocco

Relatori: Paolo Gaspari Giorgio Milocco

Con la partecipazione degli attori
Francesco Accomando, Tullio Svettini e del CoroCosì di Ruda

Evento realizzato in partenariato con il “Progetto Casa della Musica”